Archivio mensile:aprile 2012

Barchette di belga ripiene

Standard

 ingredienti per 4 persone

12 foglie di indivia belga sode e croccanti
150 grammi di formaggio caprino fresco
150 grammi di formaggio cremoso tipo Philadelphia
80 grammi di crescenza
40 grammi di gorgonzola
150 grammi di ricotta

150 grammi di funchi champignon chiusi

2 cucchiai erba cipollina tritata (in alternativa 1 cucchiaino di quella secca in polvere)
1-2 cucchiai di panna fresca da cucina
1 manciata di gherigli di noce tritati (circa 30-40 grammi)
1 punta di cucchiaino di pepe nero macinato
Olio extravergine d’oliva

 preparazione

Per prima cosa separate dal cespo le 12 foglie di belga facendo attenzione a non romperle. Lavatele e asciugatele bene, ma delicatamente
Poi preparate il ripieno
Primo ripieno: In una ciotola lavorate la crescenza insieme al gorgonzola ed ammorbidite con un po’ di panna liquida. Se dovesse risultare ancora un po’ consistente, per amalgamarlo al meglio utilizzate il mixer. Alla fine incorporate i gherigli di noce tritati il più sottilmente possibile.
Secondo ripieno: in una seconda ciotola mettete il Philadelphia o altro formaggio cremoso, i 2 cucchiai di erba cipollina tritata, il pepe nero macinato ed amalgamate bene il tutto. Se utilizzate l’erba cipollina in polvere, fate attenzione che potrebbe conferire al composto un sapore amarognolo (a me è successo), per cui addolcite con una punta di cucchiaino di zucchero ed un po’ di panna fresca.
Terzo ripieno: Tritate nel mixer i funghi champignon crudi nell’ultima ciotola ed unite al caprino già lavorato con un cucchiaio di legno ed un filo d’olio d’oliva. Amalgamate bene il tutto.
A questo punto, utilizzando le sac à poche monouso, mettete in ognuna di essa i tre ripieni. Poi prendete le 12 foglie di belga e riempitele con i vari ripieni.
Componete i 3 piatti individuali disponendo in ognuno di essi 4 barchette con i vari ripieni.

Carciofi ripieni

Standard

Ingredienti: 8 carciofi; pane grattugiato casereccio; formaggio pecorino grattugiato ed a pezzettini; uno ciuffo di prezzemolo; sale, pepe, olio di oliva.

Procedimento: Pulite i carciofi, scolateli e tagliateli le punte e lo stelo ben alto per poter farli star ritti nel teglia. In un piatto fondo mescolate bene il pane grattugiato con il formaggio grattugiato e con il prezzemolo e l’aglio tritati. Aggiungete il sale e il pepe e finite di mescolare.
Aprite al centro i carciofi e riempite con questo impasto. Poneteli ben stretti in un tegame e versate quindi l’olio dentro i carciofi. Mettete nel tegame acqua quasi fino a coprire i carciofi (a filo), aggiungete ancora nell’ acqua un cucchiaio d’olio, poco sale ed uno spicchio di limone (per far restar chiari i carciofi). Cuocete per almeno mezz’ora. Potrete servite sia caldo che freddo.

http://www.acitrezzaonline.it/ricette/verdure/verdure06.htm

Frittelle di anemoni di mare

Standard

Cosa serve per la ricetta

200 gr di farina bianca, quattro uova fresche, un ciuffo di prezzemolo fresco tagliuzzato, acqua, una scodella colma di “jujime”, olio d’oliva per friggere, pepe e sale.

Come preparare la ricetta Frittelle di anemoni di mare

In primavera ed in autunno affiorano sugli scogli del litorale delle più belle coste della Sardegna  e del sud Italia delle attinie azzurre, dette anche “animali fiori” per la loro somiglianza con gli anemoni. Nelle prime ore del mattino sono tante da azzurrare completamente gli scogli sui quali si attaccano. Il loro tessuto gelatinoso non sopporta le ore calde durante le quali rischiano di scomporsi sino alla loro totale dissoluzione. Con questi anemoni di mare  con una vecchia ricetta dei pescatori locali se ne fanno delle frittelle.
Preparare in un recipiente la pastella, unendo tutti gli ingredienti e aggiungendo solo alla fine gli “anemoni di mare” ancora fragranti di scoglio. mescolare e versare a cucchiaiate nella padella con l’olio bollente. Via via che le frittelle indorano, scolarle su carta paglia e poi servirle sul piatto da portata. spolverare di sale e pepe.

http://www.ricettepercucinare.com

Peperonata

Standard

La peperonata è una ricetta vegetariana che può essere preparata anche con altre verdure, prendendo di volta in volta nomi differenti.

Preparazione:
Tagliate a listarelle i peperoni lavati e svuotati.
Tagliate i pomodori a cubetti e le cipolle a rondelle sottili.
Tritate l’aglio privato dell’anima.
Fate scaldare 4 cucchiai d’olio in un tegame largo, soffriggete l’aglio e la cipolla.
Aggiungete i peperoni e fate cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio.
Versate i pomodori, mescolate e fate cuocere altri 20 minuti circa a fuoco basso. Salate e pepate.
Cospargete di erbe aromatiche e servite.

Accorgimenti:
Prima di togliere dal fuoco assicuratevi che i peperoni siano ben cotti. Eventualmente prolungate il tempo di cottura aggiungendo un po’ d’acqua.

Idee e varianti:
Potete arricchire la vostra peperonata con melanzane, zucchine, patate procedendo nello stesso modo.
La peperonata è ottima anche come condimento per la pasta.

 

http://www.gustissimo.it