Seitan all’uva

http://ledeliziedifeli.wordpress.com

Mangiare carne è digerire le agonie di altri esseri viventi.
– Marguerite Yourcenar

image

Ingredienti:
1 confezione di seitan lavato a mano 250 gr.
300 gr di uva bianca
salsa di soia (tamari)
olio extravergine d’oliva
1 bicchierino di Porto bianco
acqua q.b.

Procedimento:
In una ampia padella antiaderente emulsionare un cucchiaio scarso di salsa di soia, con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva e l’acqua necessaria per arrivare all’altezza del seitan, disposto in un unico strato nella padella.
Scaldare e unire il seitan, portare a cottura, ogni tanto girare le fette di seitan e far asciugare completamente l’emulsione.
Nel frattempo lavare accuratamente l’uva, staccare gli acini dal graspo e passarne 200 gr in un passaverdura a fori fini. Si deve ottenere solo il succo eliminando vinaccioli e buccia.
Quando l’emulsione sarà stata completamente assorbita dal seitan, alzare la fiamma e bagnare con il bicchierino di Porto bianco, far evaporare e dorare il seitan da tutte e due i lati.
Ritirare il seitan in un piatto, nella stessa padella utilizzata per la preparazione del seitan, versare il succo d’uva e farlo restringere per qualche minuto a fiamma vivace, abbassare la fiamma, unire il seitan e i chicchi d’uva rimasti tagliati a metà e privati dei vinaccioli. Far insaporire per qualche minuto girando le fette di seitan: i chicchi d’uva si devono solo ammorbidire.
A fine preparazione versare un goccio d’olio extravergine d’oliva e servire.

Budino di castagne e cioccolato

Nutrire corpo e anima…

image

La fiducia in te stesso è la potenzialità più grande che hai. Ogni volta che ti trovi davanti a una sfida o a un nuovo obiettivo, chiediti quanto credi in te e nelle tue potenzialità.

“Che tu creda di farcela o di non farcela, avrai comunque ragione”.
Hanry Ford

Il grado di fiducia che riponi in te stesso e nelle tue capacità è direttamente proporzionale alla possibilità di realizzare il tuo sogno.

“Noi siamo ciò che pensiamo”.
Buddha

http://ledeliziedifeli.wordpress.com

Il latte vegetale alla chufa rende questo budino particolarmente dolce, non è necessario anzi è sconsigliato aumentare la dose di succo d’agave.
Si può realizzare utilizzando anche il latte di riso, magari correggendo la dose di succo d’agave dopo l’assaggio.

Ingredienti per il budino al cioccolato:
250 ml di latte vegetale Chufa
50 gr di cioccolato fondente al 70%
20 gr di farina di riso
2 cucchiai scarsi di succo d’agave

Ingredienti per il budino di castagne:
250 ml di latte vegetale Chufa
100 gr di castagne cotte
30 gr di farina di castagne
1 cucchiaio scarso di succo d’agave

Ingredienti per la copertura:
2 cucchiai di uvetta ammollata
1 rametto di rosmarino
olio extravergine d’oliva

Procedimento:
La preparazione delle creme si può fare in contemporanea.
In un pentolino antiaderente far sciogliere il cioccolato con il latte vegetale e il succo d’agave.
In un secondo pentolino scaldare ed ammorbidire le castagne con il latte vegetale e il succo d’agave.
Frullare le castagne, aggiungere la farina di castagne, frullare nuovamente (è inevitabile, si saranno formati dei grumetti, ma basta passare con il frullatore ad immersione per ottenere un crema liscia).
Aggiungere la farina di riso al cioccolato fuso, senza lavare il frullatore (il sapore di castagne non si sentirà) frullare il tutto, anche in questo caso si saranno formati dei grumetti ma svaniranno subito.
Rimettere i due pentolini sul fuoco, cuocere a fiamma bassa per almeno 10-15 min. Si devono ottenere due budini corposi e abbastanza densi.
Sciacquare l’uvetta, in un padellino antiaderente far tostare leggermente l’uvetta con un goccio d’olio extravergine d’oliva e un rametto di rosmarino.
A fiamma vivace per qualche minuto, l’uvetta si aromatizza leggermente.
Ora è possibile procedere all’assemblaggio del budino.
Suddividere la crema di castagne in quattro bicchieri o ciotole, ricoprire con la crema al cioccolato, decorare con l’uvetta e un piccolo ciuffetto di rosmarino.