Archivio mensile:dicembre 2016

Il latte, un mito da sfatare

Standard


Il libro/materiale informativo della settimana.

Cari lettori, 
rieccoci con l’appuntamento settimanale con i libri e materiali informativi sul tema dell’alimentazione vegetariana, soprattutto dal punto di vista di salute e benessere, ma anche da quello dell’ecologia e delle istanze etiche, nonché della cucina vegan. Per tutti coloro che sono interessati ad approfondire questi temi ed eventualmente anche a divulgarli.

Questa settimana parliamo di un libro di recente pubblicazione:
Il libro nero del latte

Élise Desaulniers, canadese, blogger e avvocato che si interessa di etica in campo alimentare, ha smontato i dieci miti creati attorno al latte: dai suoi presunti benefici sulla salute al trattamento di mucche e vitelli negli allevamenti.

La Desaulniers, laureata in scienze politiche e con esperienza decennale di ricerca e marketing, paragona quanto creato dall’industria del latte ad un Truman Show in cui tutti siamo immersi fino a quando non arriviamo a vedere realtà fino ad allora “nascoste” e che poi non possiamo più ignorare.

Il libro sfata i dieci miti su cui si basa il consumo di latte e derivati, che non è naturale o necessario, né normale, ma anzi spesso dannoso per la salute. Non è facile però liberarsi delle false credenze, né dell’attaccamento a certi prodotti. Questo libro aiuta nell’impresa.

L’edizione italiana, a cura di LUISA MONDO, medico chirurgo, specialista in Igiene e Medicina Preventiva, è arricchita dai dati aggiornati sulla condizione dell’industria lattiero-casearia nel nostro Paese, e da un approfondimento sul Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno: perché una corretta informazione comincia già dallo svezzamento.

Catch the light of the soul

Standard

Marian Bader è capace di cogliere la luce dell’anima, i suoi scatti catturano le emozioni racchiuse in scrigni preziosi, siano essi corpi imperturbabili o oggetti di lunga storia. 

Il suo affascinante sorriso e l’empatia che trasmette, uniti alla grande competenza, fanno di lei un artista ricercata e affermata. 

http://www.marianbader.com

Marian is a wedding & portrait photographer located the in Swiss-Italian border and serving the destination weddings’ market worldwide. She has also lived in Canada and the USA and has traveled the world for weddings, including locations in Asia, North America and several countries in Europe. She speaks fluent Italian, English and Spanish, which makes her the perfect photographer for any multicultural or international event. Her work has been published on Vanity Fair, ELLE, Vogue Sposa and other renowned magazines and blogs. She’s been named the top 5 wedding photographer worldwide by Wedding Photographer Society and is currently located in the top 30 best worldwide photographers by Wedisson.com.

Her approach to weddings combines both portraiture and photojournalism as she loves telling the story of the day in a fun but elegant way. 

Il Beauty Tour di Moira Fraquelli

Standard

Moira Fraquelli

Il mood? Vivere!

 

moira

.

Un’ icona di stile, makeup artist e consulente di bellezza, oggi riconosciuta come una delle più solide figure professionali di settore, ha confermato le date e le locations, che la ospiteranno per i suoi corsi di formazione e giornate restyle, in prestigiosi contesti.

Madrid, Praga e Berlino, luoghi in cui il suo nome, sta già spopolando; sempre più richiesta da nomi e Brands importanti. Sarà un 2017  fitto di appuntamenti mondani e date in cui si sentirà parlare molto di lei.

Orgoglio italiano, sensuale, talentuosa e brillante, una donna che ha molto da raccontare, che ha trasformato se stessa e la sua vita, più di una volta, che ha fatto delle sue ferite un nuovo punto di partenza; per questo, seguita ed amata dalle altre donne, che la prendono come esempio.

Grande senso etico, vicina alla causa animalista ed al benessere del pianeta, sceglie prodotti cruelty free.

“Credo nella genuinità e semplicità, una donna che è se stessa, che può permettersi il lusso di esserlo fino in fondo, ha già vinto; perché la consapevolezza di ciò che valiamo è di gran lunga più seducente della bellezza esteriore fine a se stessa. Cerchiamo di essere felici perché il trucco che ci rende irresistibili è la luce che abbiamo negli occhi e non l’ombretto o il mascara”.

Belle dentro e fuori

http://www.moiramakeup.com

info@moiramakeup.com

info@patriziavaier.ch

                                                                 logo-moira

Muffin vegani al panettone

Standard

Credits: http://www.vegolosi.it

muffin-panettone-vegano_1308_v

I muffin vegani al panettone sono la soluzione ottimale per riciclare gli avanzi del panettone natalizio. Fragranti, saporiti e personalizzabili come meglio vi piace. Ecco la ricetta

Ingredienti 10 muffin
200 g farina di farro integrale
230 g panettone vegan
15 g di amido di mais
50 g zucchero di canna
1 bustina di polvere lievitante
240 g di latte di mandorle
60 g di olio di girasole
frutta secca tritata per decorare

Strumenti: pirottini da muffin

I primi passi
Tagliate grossolanamente con la lama di un coltello il panettone e versatelo in una ciotola capiente. Unite la farina di farro, lo zucchero di canna e per ultimi il lievito e l’amido di mais setacciati. Mescolate per amalgamare bene gli ingredienti.

Aggiungiamo i liquidi
A parte unite il latte di mandorle all’olio di girasole, poi aggiungeteli agli ingredienti secchi e mescolate con energia in modo da ottenere un composto morbido.
La consistenza dell’impasto dipenderà molto da quanto sarà fresco il panettone che utilizzerete quindi potrebbe essere necessario aggiungere altro latte vegetale.

Versiamo nei pirottini
Versate l’impasto in una teglia da muffin ricoperta da stampini di carta colorati, decorate la superficie di ciascun dolce con una granella di frutta secca e infornate nel forno statico a 180 gradi per circa 30 minuti.

Consiglio per i vegolosi: Aggiungete delle gocce di cioccolato nell’impasto e utilizzate il latte vegetale che più preferite