“Nasce a Modena il primo produttore al mondo di burger di funghi”

Diritti riservati http://www.ilsole24ore.com

Dal sisma ai mercati mondiali, dall’agricoltura all’industria alimentare con un prodotto innovativo unico al mondo: i burger di funghi. È una doppia rinascita quella che sta vivendo Modena Funghi, azienda di Cavezzo – epicentro del terremoto emiliano del 2012 – che ha appena inaugurato il nuovo stabilimento di 5mila metri quadrati con cui si prepara a raddoppiare il fatturato, oggi di 5 milioni di euro, nel giro dei prossimi tre anni grazie alla produzione di burger vegani di altissima qualità.

«La filiera è tutta certificata, coltiviamo da quarant’anni champignon in purezza, nella nostra nicchia siamo già tra le prime dieci fungaie in Italia. Ora trasformiamo la nostra materia prima in burger vegetali, e siamo gli unici al mondo a farlo. Vendiamo i nostri burger di funghi a 5-7 euro a confezione (di due pezzi) e stiamo spopolando in Nord Europa, la domanda raddoppia di mese in mese», spiega Marco Righini, direttore Finanza, amministrazione e controllo della piccola Srl familiare, gemmata lo scorso anno dall’azienda agricola Rinaldi come start-up innovativa.

Modena Funghi è una sfida coraggiosa ai grandi concorrenti dell’industria alimentare che partono dalla soia per soddisfare la domanda esponenziale di cibo vegano, puntando su una filiera certificata e una nicchia di mercato di fascia altissima con cui valorizzare un know-how agricolo nato nel 1977 proprio nel bel mezzo del più importante distretto biomedicale d’Europa. La famiglia Rinaldi, oggi alla terza generazione, ha investito 1,5 milioni di euro nel progetto di filiera, con un contributo della Regione Emilia-Romagna di 300mila euro per la ricostruzione post sisma del nuovo sito.

«Oltre il 90% del business dei burger è legato all’export, principalmente nei Paesi di lingua tedesca, dove vendiamo con il marchio di terzi – precisa Righini, che guida una squadra di 40 persone e prevede presto nuove assunzioni – e stiamo entrando in diversi nuovi mercati nordeuropei. Dal 1° gennaio 2017 avremo la certificazione alimentare internazionale IFS e debutteremo con il nostro brand Veg&Table, allargando la produzione anche ad altri piatti a base di funghi». Il riscontro dei consumatori è ottimo: «Il sapore dei nostri burger – conclude il Cfo – è quello di una svizzera di manzo e grazie all’aggiunta di un’alga bretone siamo riusciti a evitare la fermentazione durante la digestione e quindi l’effetto “gonfiore” legato al consumo di funghi».

© Riproduzione riservata e protetta, si prega citare le fonti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...